The special tax regime in Italy for Inpatriates(i.e. individuals transferring to Italy for working purposes) offers a beneficial tax treatment on income for employment and self-employment generated in Italy for workers, researchers and professors who transfer their residence to Italy from abroad.

The scheme allows taxable income to be cut by up to 90%, for a period that can go up to 10 years.

 

TAX BENEFITS FOR “INPATRIATES” WORKERS

Tax benefits for “Inpatriates” workers is a special tax regime, recognized for workers who transfer their residence to Italy. Citizen from Italy who intend to return, from EU countries and from extra-EU countries who intend to move to our country can apply for this tax benefit.

In accordance, the following conditions should be met:

  • workers have not been tax residents in the territory of the Italian State for the two tax periods prior to the transfer and undertake not to transfer the residence abroad before after two years, otherwise the benefits already received will be recovered and the penalties and interest will be applied;
  • work is compulsorily carried out in Italy for a period exceeding 183 days per year.

The regime provides that, under certain conditions, just 30% or 10% of the employment or self-employment income sourced in Italy, by individuals who transfer their tax residence, is taxable.

These favorable measures apply from the tax period in which the transfer of residence to Italy took place. It should also be noted that the above exemptions are even more significant if you choose to reside in one of the regions of southern Italy. In fact, the percentage of exemption of income is raised to 90% in the event that the taxpayer transfers the residence in one of the following regions: Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sardinia, Sicily.

The above exemption will last for five years and can be extended by a further 5 years under certain conditions.

TAX BENEFITS FOR RESEARCHERS AND PROFESSORS  TO ITALY

Professors and researchers who move their residence for tax purposes to Italy can benefit from reduced taxation on income from employment and self-employment generated in Italy for teaching and research.

For 6 years from the transfer of the tax residence in Italy, the remuneration received contributes to the formation of employee or self-employed work income at 10% of their amount.

Legislative Decree 34/2019 further enhanced the tax relief regime by providing that for professors and researchers transferred to Italy from 2020, the tax exemption is extended to 8, 11 or 13 tax periods under certain conditions.

The incentives are granted to professors and researchers who carry out their activities in Italy and meet the following conditions:

   holding University degree or equivalent qualification

   have been resident abroad, not occasionally

   have carried out documented research and teaching activities abroad for at least two consecutive years, at public or private Research Centers or Universities

   carry out teaching and research in Italy acquire the residence for tax purposes in Italy (the benefit is granted where the professor or the researcher has started to carry out the activity in Italy before moving the residence and in the case he moved the residence to Italy and then started to carry out the activity.)

 

Italian citizens who are not registered in the Registry of Italians Residing Abroad (AIRE) can also access the subsidized regime, provided that in the two tax periods preceding the transfer they resided in another State pursuant to an agreement against double taxation on incomes.

This summary information  is purely for use as a guideline.
A detailed analysis of each individual case must be carried out to verify its conditions.
We are available for a feasibility analysis and assistance.

For more information, you can contact us at Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Regime fiscale agevolato per lavoratori e per ricercatori e docenti impatriati

Il nostro sistema fiscale prevede un regime particolarmente favorevole per i lavoratori e per i ricercatori e docenti che trasferiscono la residenza in Italia dall’estero.

Il regime consente di abbattere il reddito imponibile fino al 90%, per un periodo che può arrivare fino a 10 anni.

 

Regime per lavoratori impatriati

Il regime dei lavoratori impatriati è un regime di tassazione agevolata temporaneo, riconosciuto ai lavoratori che trasferiscono la residenza in Italia. Quindi possono usufruirne sia i cittadini italiani che intendono tornare sia i cittadini comunitari o extracomunitari che intendano trasferirsi nel nostro Paese.

 

Affinché sia applicabile è necessario che il lavoratore non sia stato residente in Italia nei due periodi d’imposta precedenti il trasferimento e si impegni a risiedervi per almeno due anni.

Per i contribuenti che si trovano in tali condizioni, il reddito di lavoro dipendente (o assimilato), di lavoro autonomo o di impresa prodotto in Italia concorre alla formazione del reddito complessivo limitatamente al 30% dell’ammontare ovvero al 10% se la residenza è stabilita in una delle regioni Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sardegna, Sicilia.

 

L’agevolazione ha una durata di 5 anni e può essere estesa di ulteriori 5 anni a determinate condizioni.

 

Regime per docenti e ricercatori rientrati in Italia

Anche qui si tratta di un regime di tassazione agevolata temporaneo, riconosciuto ai docenti e ai ricercatori che trasferiscono la residenza fiscale in Italia per esercitarvi la propria attività lavorativa di ricerca o docenza.

 

Per 6 anni a partire dal trasferimento della residenza fiscale in Italia i compensi percepiti concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente o autonomo nella misura del 10% del loro ammontare.

Il DL 34/2019 ha potenziato ulteriormente il regime agevolativo prevedendo che per i docenti e i ricercatori trasferiti in Italia a partire dal 2020, la detassazione sia estesa a 8, 11 o 13 periodi d’imposta a determinate condizioni.

 

Può accedere al regime agevolato chi svolge attività di docenza e ricerca in Italia e possiede i seguenti requisiti:

·       ha un titolo di studio universitario o a esso equiparato

·       è stato residente all’estero non in maniera occasionale

·       ha svolto all’estero documentata attività di ricerca o docenza per almeno due anni continuativi, presso centri di ricerca pubblici o privati oppure università

·       acquisisce la residenza fiscale in Italia, mantenendola per tutto il periodo di fruizione dell’agevolazione (in caso la residenza venga trasferita nuovamente all’estero, il beneficio viene meno dal periodo d’imposta in cui si perde la residenza fiscale in Italia).

 

Possono accedere al regime agevolato anche i cittadini italiani non iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), purché nei due periodi d’imposta precedenti il trasferimento abbiano risieduto in un altro Stato ai sensi di una convenzione contro le doppie imposizioni sui redditi.

 

Occorre effettuare un’analisi puntuale di ogni singolo caso per verificarne le condizioni.
Siamo a disposizione per un’analisi di fattibilità e per l’assistenza nei passi successivi ai fini dell’ottenimento dell’agevolazione.

Per informazioni è possibile scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Dove siamo

Scegli la sede di Milano o di Genova per visualizzare la cartina.
MILANO Via Frua, 16
Tel. 02.48193232
GENOVA Via Palmaria 9/4
Tel. 010.566516

Servizi per i privati

La nostra struttura è in grado di fornire un'ampia gamma di servizi di consulenza, elaborazione e invio di: 730, Unico, Successioni, Imu, Tasi, Red, Isee e molto altro ancora

Scopri di piu...

Servizi per le aziende

1. Convenzioni per offrire servizi di assistenza fiscale al personale
2. Servizi di assistenza e consulenza rivolti principalmente alle amministrazioni del personale

per saperne di più

Guida online al Mod- 730

Servizi Assocaaf mette a disposizione una completa Guida online alla compilazione del Modello 730, in modalitò interattiva, che può essere consultata gratuitamente.

Accedi alla Guida online